Convegno del 29 marzo 2014 "La Langobardia: prima idea di Italia"

L'idea del Convegno nasce per celebrare la giornata del 17 marzo, recentemente istituita come ricorrenza dell'Unità nazionale, della Costituzione dell'Inno e della Bandiera.

L'Associazione Culturale "Faro Tricolore", impegnata da sempre nella divulgazione della Storia del nostro Paese, ritiene indispensabile sottolineare l'apporto dato dai Longobardi, sia nel campo linguistico e artistico, sia più in generale per la fusione con la cultura latina che da nord a sud permeò l'intera penisola, con esclusione solo di alcune zone costiere e della Sicilia, contribuendo a determinare l'unità spirituale degli Italiani e anticipando un progetto di unificazione che si sarebbe realzzato molti secoli dopo.

Presenti in Italia dal 568 d.C e, per almeno due secoli, determinanti nel contesto politico italiano, soprattutto dopo la conversione al Cattolicesimo, i Longobardi, a differenza di altri popoli definiti barbari, non si limitarono ad attraversare e a devastare le nostre contrade, ma si stanziarono e lasciarono una traccia importante, non solo nel nord, dove diedero vita ad un sistema di Ducati con capitale Pavia,dando anche il nome alla nostra Regione, ma anche nel centro-sud, nella così detta Langobardia Minor, con i Ducati di Spoleto e Benevento che complessivamente comprendevano quasi tutto il Meridione.

Scopo del Convegno è stato quello di mettere in luce questa importante eredità con il contributo determinante di eminenti studiosi provenienti da ogni parte d'Italia e con riferimento ai siti longobardi presenti nel territorio bresciano.


Le foto sono state realizzate da ALESSANDRO TIRA